Hi! Welcome...

Paolo Gurisatti Industrial Economist, Entrepreneur and Local Development Agent. Since 1979 he has been concerned with the following topics: Small Business (SMEs competitiveness at an industrial scale) Industrial Districts and Clusters (competitiveness of localised networks of SMEs and development of new market systems) Local Development (constituency as the result of a cognitive game, involving different agents at the local level - territory productivity, sustainability and "productive" identity) Innovation (Social Construction of Technology by the means of public policies, innovative networking and generative relationships).

18 aprile 2017 ~ 0 Comments

Pedemontana e sviluppo nel Veneto Centrale

La Pedemontana a scorrimento veloce costituisce un’opera di fondamentale importanza per lo sviluppo del Veneto. In primo luogo perché consente ai territori con una maggiore concentrazione manifatturiera di uscire dall’isolamento cui sono sottoposti, ormai, da troppo tempo. In secondo luogo perché la creazione di un anello autostradale efficiente, attorno al cosiddetto Veneto Centrale, pone le […]

18 marzo 2017 ~ 0 Comments

The rise of populist movements in Europe

Why are we witnessing the rise of new populist movements in Europe and perceiving the rapid diffusion of anti-Europe and anti-Euro strategies among many traditional parties? And what can we do in order to face the possible unexpected consequences of a return to national states, currencies and a protectionist framework? At the origin of populist […]

08 marzo 2017 ~ 0 Comments

Roma o Bruxelles?

Il processo costituente della nostra identità nazionale è stato lungo e complesso. Da una molteplicità di società e culture regionali (eredità di un passato “comunale” e di “città stato/città impresa” a nord di Roma e di un passato di feudalesimo prolungato a sud) siamo arrivati ad un’idea comune di paese in più di cento anni, […]

17 gennaio 2017 ~ 0 Comments

Frontiera Nordest: governo e riforme nel 2017

Il 2017 non è partito con il piede giusto. Chiusi pacchetti e panettoni della pausa natalizia, i cittadini del Nordest sono tornati al lavoro con una strana sensazione di pericolo incombente. A guardare i dati dell’economia non ci sono elementi preoccupanti. La produzione industriale cresce ancora, il reddito tiene, l’occupazione pure. Il malessere deriva da […]

19 novembre 2016 ~ 0 Comments

Il futuro delle banche di territorio nel Veneto

L’analisi prodotta dall’Ufficio Studi Unioncamere sulla crisi delle due popolari venete solleva alcuni interrogativi importanti a proposito di rapporto risparmio-investimenti nel nostro territorio. In primo luogo: cosa intendiamo per territorio? Ci interessa ancora organizzare il risparmio e l’investimento a livello di quartiere, comune, provincia? Oppure dobbiamo pensare a una dimensione più ampia, sovra-comunale e sovra-provinciale? […]

08 novembre 2016 ~ 0 Comments

Federalismo cacofonico

Domani l’America avrà un nuovo presidente e per quattro anni potrà parlare al mondo con una voce unica. Bella o brutta che sia, sarà la voce degli Stati Uniti, sarà forte e avrà un impatto sensibile sulla società, la politica e l’economia mondiale. Gli Stati Uniti hanno fatto questa scelta molti anni or sono, per differenziarsi […]

19 ottobre 2016 ~ 0 Comments

I debiti del Nordest

Il futuro del Nordest è zavorrato da tre tipi di debito: debito pubblico, debito privato e debito ambientale. La ripresa c’è, anche se lenta, e il modello manifatturiero trainato dalle esportazioni garantisce al nostro territorio un fattore di crescita superiore al resto del paese. Per questa ragione molti insistono sull’idea di autonomia, altri sulla necessità […]

05 ottobre 2016 ~ 0 Comments

Italia, referendum e grande declino

Giorgio Napolitano, nei giorni scorsi, ha bacchettato Renzi, perché la sua strategia politica sta mettendo a rischio le riforme. Dobbiamo ricordare che è stato lui a scegliere Renzi, per tenere il sistema Italia lontano dal default, dopo Monti e Letta. Si capisce che è preoccupato. L’Italia ha il 10% del debito pubblico del mondo, a […]

30 settembre 2016 ~ 0 Comments

Il governo di emergenza (Renzi) e la memoria corta degli italiani

Manovra di bilancio, accordo sulle pensioni e referendum. Cosa hanno in comune queste tre azioni di governo? Per capirlo dobbiamo tornare all’origine del governo Renzi: il quasi default dell’economia italiana nel 2011 e la memoria corta della maggioranza del paese. Un popolo di vecchietti stremati, che passano il cerino ai nipotini. Nel 2011 abbiamo rischiato […]

23 settembre 2016 ~ 0 Comments

Una resa senza condizioni

L’Italia non cresce, oggi, perché non si fanno investimenti e non si guarda al futuro. Il ministro Calenda indica la strada dell’Industria digitale (4.0) e riceve il plauso degli operatori economici, soprattutto per gli strumenti che mette in campo: sgravi fiscali a chi investe su tecnologie che aumentano il contenuto di conoscenza e la produttività […]